Ricerca

9.4. Modifiche del driver

download PDF
Questa sezione descrive le modifiche relative al driver in Red Hat Enterprise Linux 6. Da notare che tutti i driver sono ora caricati su initramfs per impostazione predefinita.
Driver abbandonati

  • aic7xxx_old
  • atp870u
  • cpqarray
  • DAC960
  • dc395x
  • gdth
  • hfs
  • hfsplus
  • megaraid
  • net/tokenring/
  • paride
  • qla1280
  • sound/core/oss
  • sound/drivers/opl3/*
  • sound/pci/nm256

Driver deprecati

  • aacraid
  • aic7xxx
  • i2o
  • ips
  • megaraid_mbox
  • mptlan
  • mptfc
  • sym53c8xx

Componenti del kernel sostituiti

  • NBD - Network Block Device sostituito da iSCSI in Red Hat Enterprise Linux 6.
  • HFS - Con Red Hat Enterprise Linux 6 il supporto per il file system Apple è stato abbandonato.
  • Tux - Con Red Hat Enterprise Linux 6 l'acceleratore Web Server è stato abbandonato.
  • Kernel x86 Non-PAE - Le versioni precedenti di Red Hat Enterprise Linux contenevano kernel multipli per l'architettura i686: un kernel con e senza PAE. Tutti i computer venduti in questi ultimi anni presentano funzioni PAE. Quindi con Red Hat Enterprise Linux 6 sarà disponibile un solo kernel con funzioni PAE.
  • Lo scheduler Anticipatory I/O è stato deprecato e non è presente in Red Hat Enterprise Linux 6. Esso è stato sotituito dallo scheduler CFQ (Completely Fair Queueing) I/O, il quale è stato lo scheduler I/O predefinito nel kernel di Linux dal 2006. È consigliato agli utenti che utilizzano lo scheduler Anticipatory I/O di eseguire un test dei carichi di lavoro usando CFQ ed i file bug, per qualsiasi problema relativo alla prestazione. Anche se l'obiettivo è quello di avere CFQ alla pari con lo scheduler Anticipatory I/O con tutti i carichi di lavori testati, Red Hat non è in grado di garantire l'assenza di eventuali problemi.

Red Hat logoGithubRedditYoutubeTwitter

Formazione

Prova, acquista e vendi

Community

Informazioni sulla documentazione di Red Hat

Aiutiamo gli utenti Red Hat a innovarsi e raggiungere i propri obiettivi con i nostri prodotti e servizi grazie a contenuti di cui possono fidarsi.

Rendiamo l’open source più inclusivo

Red Hat si impegna a sostituire il linguaggio problematico nel codice, nella documentazione e nelle proprietà web. Per maggiori dettagli, visita ilBlog di Red Hat.

Informazioni su Red Hat

Forniamo soluzioni consolidate che rendono più semplice per le aziende lavorare su piattaforme e ambienti diversi, dal datacenter centrale all'edge della rete.

© 2024 Red Hat, Inc.