Ricerca

Capitolo 6. Strumenti di amminsitrazione e configurazione

download PDF
Il file di configurazione del cluster, /etc/cluster/cluster.conf specifica la configurazione dell'High Availability Add-On. Il file di configurazione è un file XML che descrive le seguenti caratteristiche del cluster:
  • Nome del cluster — Specifica il nome del cluster, il livello di revisione del file di configurazione e le proprietà relative al timing per il fencing di base usate quando un nodo viene unito al cluster o isolato dallo stesso.
  • Cluster — Specifica ogni nodo del cluster, specificandone il nome, l'ID ed il numero di voti del quorum del cluster insieme al metodo per il fencing corrispondente.
  • Fence Device — Specifica i dispositivi per il fencing nel cluster. I parametri variano a seconda del tipo di dispositivo. Per esempio, per un controllore dell'alimentazione usato come un dispositivo per il fencing, la configurazione del cluster definisce il nome del controllore dell'alimentazione, l'indirizzo IP relativo, il login e la password.
  • Risorse gestite — Specifica le risorse necessarie per creare i servizi del cluster. Le risorse gestite includono la definizione dei domini di failover, delle risorse (per esempio un indirizzo IP), e dei servizi. Insieme, le risorse gestite definiscono i servizi del cluster ed il comportamento del failover dei servizi del cluster.
La configurazione del cluster viene convalidata automaticamente in base allo schema del cluster su /usr/share/cluster/cluster.rng durante l'avvio ed al ricaricamento di una configurazione. È possibile convalidare una configurazione in qualsiasi momento usando il comando ccs_config_validate.
È disponibile uno schema per una revisione su /usr/share/doc/cman-X.Y.ZZ/cluster_conf.html (per esempio /usr/share/doc/cman-3.0.12/cluster_conf.html).
La convalida della configurazione controlla la presenza dei seguenti errori:
  • Validità XML — Controlla che il file di configurazione sia un file XML valido.
  • Opzioni della configurazione — Controlla che le opzioni siano valide (elementi ed attributi XML).
  • Valori delle opzioni — Controlla che le opzioni contengano i dati validi (limitati).

6.1. Tool di amministrazione del cluster

La gestione del software di Red Hat High Availability Add-On consiste nell'uso dei tool di configurazione per specificare il rapporto tra i componenti del cluster. I seguenti tool di configurazione del cluster sono disponibili con Red Hat High Availability Add-On:
  • Conga — Questa è una interfaccia utente completa per l'installazione, configurazione e gestione dell'Add-On High Availability di Red Hat. Consultare la Configurazione e gestione dell'High Availability Add-On per informazioni sulla configurazione e gestione dell'Add-On High Availability con Conga.
    • Luci — Server delle applicazioni in grado di fornire l'interfaccia utente per Conga. Permette altresì agli utenti di gestire i servizi del cluster e rende disponibile le informazioni per l'assistenza e per la documentazione online quando necessario.
    • Ricci — Demone del servizio in grado di gestire la distribuzione della configurazione del cluster. Gli utente sono in grado di inoltrare le informazioni usando l'interfaccia di Luci; la configurazione viene caricata in corosync per la distribuzione ai nodi del cluster.
  • Con Red Hat Enterprise Linux 6.1 e versioni più recenti, Red Hat High Availability Add-On fornisce il supporto per il comando usato per la configurazione del cluster ccs. Questo comando permette la creazione, modifica e visualizzazione del file di configurazione del cluster cluster.conf da parte di un amministratore. Consultare il manuale Amministrazione del cluster per informazioni sulla configurazione e gestione dell'High Availability Add-On con il comando ccs.

Nota

system-config-cluster non è disponibile in RHEL 6.
Red Hat logoGithubRedditYoutubeTwitter

Formazione

Prova, acquista e vendi

Community

Informazioni sulla documentazione di Red Hat

Aiutiamo gli utenti Red Hat a innovarsi e raggiungere i propri obiettivi con i nostri prodotti e servizi grazie a contenuti di cui possono fidarsi.

Rendiamo l’open source più inclusivo

Red Hat si impegna a sostituire il linguaggio problematico nel codice, nella documentazione e nelle proprietà web. Per maggiori dettagli, visita ilBlog di Red Hat.

Informazioni su Red Hat

Forniamo soluzioni consolidate che rendono più semplice per le aziende lavorare su piattaforme e ambienti diversi, dal datacenter centrale all'edge della rete.

© 2024 Red Hat, Inc.