Ricerca

3.4. Stati e Operazioni del servizio

download PDF
Le seguenti operazioni riguardano sia i servizi che le macchine virtuali, ad eccezione dell'operazione di migrazione che riguarda solo le macchine virtuali.

3.4.1. Funzioni del servizio

Le operazioni del servizio sono comandi utilizzabili da parte dell'utente per applicare una delle cinque azioni definite nel seguente elenco.
  • enable — avvia il servizio, facoltativamente è possibile eseguire questa operazione su una destinazione preferita e in base alle regole del dominio di failover. In loro assenza l'host locale sul quale viene eseguito clusvcadm, avvierà il servizio. Se il processo d'avvio fallisce il servizio si comporta come se fosse stata richiesta una operazione di riposizionamento (consultare quanto di seguito riportato). Se l'operazione ha successo il servizio avrà uno stato started (avviato).
  • disable — arresta il servizio e lo posiziona in uno stato disabled (disabilitato). Questa è l'unica operazione permessa quando un servizio è in uno stato failed (fallito).
  • relocate — sposta il servizio su un altro nodo. Facoltativamente l'amministratore potrà specificare un nodo preferito per ricevere il servizio, ma l'impossibilità di eseguire il servizio sull'host (per esempio, se il servizio non viene avviato o se l'host è offline), non impedisce il riposizionamento e per questo motivo verrà scelto un nodo diverso. Rgmanager cerca di avviare il servizio su ogni nodo disponibile sul cluster. Se nessun nodo di destinazione presente nel cluster avvia con successo il servizio, il riposizionamento fallisce e verrà eseguito un tentativo di riavvio del servizio sul proprietario originario. Se il suddetto proprietario non è in grado di riavviare il servizio, quest'ultimo avrà uno stato di stopped (arrestato).
  • stop — arresta il servizio e lo posiziona in uno stato "stopped".
  • migrate — esegue la migrazione della macchina virtuale su un altro nodo. L'amministratore deve specificare un nodo di destinazione. In base all'errore, il fallimento del processo di migrazione potrebbe causare uno stato failed della macchina virtuale, o in uno stato started sul proprietario originario.

3.4.1.1. L'operazione freeze

RGManager è in grado di sospendere i servizi. Così facendo si permetterà agli utenti di aggiornare rgmanager, CMAN o qualsiasi altro software sul sistema, minimizzando il periodo di interruzione dei servizi gestiti da rgmanager.
Sarà possibile gestire parte dei servizi rgmanager. Per esempio se siete in possesso di un detebase e di un web server in un servizio rgmanager, sarà possibile sospendere il servizio rgmanager, arrestare il database, eseguire il mantenimento, riavviare il database ed eseguire l'operazione di unfreeze del servizio.
3.4.1.1.1. Comportamenti del servizio quando sospeso
  • I controlli sullo stato sono disabilitati
  • Le operazioni d'avvio sono disabilitate.
  • Le operazioni d'arresto sono disabilitate.
  • Il failover non verrà eseguito (anche se disabiliterete il proprietario del servizio)

Importante

Se non si rispettano le suddette linee guida le risorse potrebbero essere assegnate su host multipli.
  • Se il servizio è sospeso non arrestare tutte le istanze di rgmanager a meno che non pianificate di riavviare gli host prima di riavviare rgmanager.
  • Non eseguite l'operazione di unfreeze di un servizio fino a quando il proprietario del servizio non si unisce nuovamente al cluster e riavvia rgmanager.
Red Hat logoGithubRedditYoutubeTwitter

Formazione

Prova, acquista e vendi

Community

Informazioni sulla documentazione di Red Hat

Aiutiamo gli utenti Red Hat a innovarsi e raggiungere i propri obiettivi con i nostri prodotti e servizi grazie a contenuti di cui possono fidarsi.

Rendiamo l’open source più inclusivo

Red Hat si impegna a sostituire il linguaggio problematico nel codice, nella documentazione e nelle proprietà web. Per maggiori dettagli, visita ilBlog di Red Hat.

Informazioni su Red Hat

Forniamo soluzioni consolidate che rendono più semplice per le aziende lavorare su piattaforme e ambienti diversi, dal datacenter centrale all'edge della rete.

© 2024 Red Hat, Inc.