Ricerca

Capitolo 7. Configurazione di Red Hat High Availability Add-On con i tool della linea di comando

download PDF
Questo capitolo descrive il metodo attraverso il quale è possibile configurare il software di Red Hat High Availability Add-On modificando il file di configurazione del cluster (/etc/cluster/cluster.conf) ed utilizzando i tool della linea di comando. Il capitolo fornisce le procedure sulla compilazione di un file di configurazione iniziando con un file d'esempio presente nel capitolo. Come alternativa all'uso di un file d'esempio sarà possibile copiare la struttura di un file di configurazione dalla pagina man di cluster.conf. Tuttavia così facendo alcune delle informazioni fornite in questo capitolo potrebbero non essere applicabili al vostro contesto. A tale scopo sono a dispositizione altri metodi per la creazione e configurazione di un file di configurazione del cluster; questo capitolo fornisce le procedure necessarie alla compilazione di un file di configurazione. Altresì ricordatevi che questo rappresenta solo un punto di partenza per lo sviluppo di un file di configurazione per soddisfare i vostri requisiti di clustering.
Questo capitolo consiste nelle seguenti sezioni:

Importante

Assicuratevi che l'implementazione High Availability Add-On usata sia supportata e soddisfi i requisiti necessari. Consultate un rappresentante di Red Hat per verificare la configurazione prima di implementarla. Implementate altresì un periodo di prova per le varie modalità d'errore.

Importante

Questo capitolo fa riferimento ad attributi ed elementi cluster.conf comunemente usati. Per un elenco completo ed una descrizione degli elementi ed attributi di cluster.conf, consultate lo schema disponibile su /usr/share/cluster/cluster.rng, /usr/share/doc/cman-X.Y.ZZ/cluster_conf.html (per esempio /usr/share/doc/cman-3.0.12/cluster_conf.html).

Importante

Alcune procedure in questo capitolo richiedono l'uso del comando cman_tool version -r per diffondere la configurazione all'interno di un cluster. L'utilizzo di questo comando richiede l'esecuzione di ricci. Per usare per la prima volta ricci da qualsiasi macchina specifica sarà necessario usare una password. Per informazioni sul servizio ricci consultare Sezione 2.13, «Considerazioni su ricci».

Nota

Le procedure presenti in questo capitolo possono includere comandi specifici per alcuni strumenti della linea di comando elencati in Appendice E, Sommario dei tool della linea di comando. Per maggiori informazioni sui comandi e sulle variabili consultare la pagina man di ogni strumento della linea di comando.

7.1. Fasi necessarie per la configurazione

Per configurare Red Hat High Availability Add-On con i tool della linea di comando seguire le fasi di seguito riportate:
  1. Configurazione del fencing. Consultare Sezione 7.3, «Configurazione del fencing».
  2. Configurazione dei domini di failover. Consultare Sezione 7.4, «Configurazione dei domini di failover».
  3. Configurazione dei servizi HA. Consultare Sezione 7.5, «Configurazione dei servizi HA».
  4. Verifica di una configurazione. Consultare Sezione 7.8, «Verifica di una configurazione».
Red Hat logoGithubRedditYoutubeTwitter

Formazione

Prova, acquista e vendi

Community

Informazioni sulla documentazione di Red Hat

Aiutiamo gli utenti Red Hat a innovarsi e raggiungere i propri obiettivi con i nostri prodotti e servizi grazie a contenuti di cui possono fidarsi.

Rendiamo l’open source più inclusivo

Red Hat si impegna a sostituire il linguaggio problematico nel codice, nella documentazione e nelle proprietà web. Per maggiori dettagli, visita ilBlog di Red Hat.

Informazioni su Red Hat

Forniamo soluzioni consolidate che rendono più semplice per le aziende lavorare su piattaforme e ambienti diversi, dal datacenter centrale all'edge della rete.

© 2024 Red Hat, Inc.